Berseker’s Weblog

un blog su linux e altro…

Migliorare l’aspetto di Google Earth

with 3 comments

Ebbene, immagino che in molti abbiano installato sulla propria ArchBox questo (per me favoloso) programmino che permette di passare qualche momento in totale relax..

Ebbene, come da tradizione Google, l’aspetto grafico del suddetto “visualizzatore globale di mappe” è *scabroso* e nonostante le ultime versioni siano scritte utilizzando le librerie QT (in teoria l’ultima versione utilizza le QT4, anche se in passato venivano usate anche le QT3) sembra di avere a che fare con un software emulato via Wine (questo fatto inganna molti (me compreso fino a poco tempo fa) che pensano che GoogleEarth Linux sia distribuito “a-la-picasa” con un pacchetto software+wine)

Fortunatamente almeno con GoogleEarth abbiamo una versione nativa, e per migliorarne almeno un poco l’aspetto grafico si può utilizzare un semplice escamotage.. proviamo ad avviare google-earth da terminale, passandogli il parametro “style” impostato a “cleanlooks” se abbiamo GNOME o “plastique” se abbiamo KDE.. otterremo un aspetto grafico non perfetto ma perlomeno, un po’ meno *scabroso*.. e siccome un immagine vale più di mille parole, ecco che ne risparmio subito tremila:

Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Nell’ordine, GE default, GE Plastique, GE CleanLooks..
A voi la scelta! io uso GNOME ma preferisco lo stile Plastique.. per rendere effettive le modifiche, si possono creare i vari collegamenti passando il parametro ecc ecc oppure usare il metodo “diretto” che ho usato io.. dopo esservi fatti una copia di sicurezza dell’eseguibile /usr/bin/googleearth , apritelo con un editor di testo qualsiasi (con privilegi di root ovviamente) e modificate la riga
exec "./googleearth-bin" $*
in
exec "./googleearth-bin" -style plastique $*

ps ovviamente tutta sta tiritera poteva bellamente essere evitata se, al posto di utilizzare una copia delle librerie QT fornita direttamente con GE e presente nella sua cartella di installazione, si fosse utilizzata la copia QT di sistema…

fonte di ispirazione di questo post: http://tombuntu.com/index.php/2008/04/30/improve-google-earths-appearance/

Annunci

Written by berseker

30 ottobre 2008 a 16:08

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. a me non va su x64

    lizz

    23 dicembre 2008 at 22:05

  2. purtroppo non ho un sistema x64 su cui provare il metodo.. ma sei sicuro di aver applicato la “modifica” all’eseguibile corretto? a quanto mi pare di ricordare, su x64 i percorsi sono un po’ diversi…

    berseker

    24 dicembre 2008 at 7:27

  3. […] il mio vecchio consiglio sul migliorare l’aspetto di Googleearth funziona […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: